Gli artisti

  • Il Direttore artistico - Claudio Montagna

    Il Direttore artistico - Claudio Montagna

    Claudio Montagna ha fondato, con Giovanni Moretti nel 1971, il Teatro dell’Angolo di Torino e ne ha fatto parte come attore, regista e animatore fino al 1983. Dal 1978 al 1998 è stato consulente del Comune di Torino per attività teatrali dove il teatro, oltre la caratteristica specifica di opera d’arte, avesse anche le seguenti finalità: pedagogica, socioculturale, ricreativa e didattica. Ha collaborato con la Compagnia Stilema, sia conducendo laboratori di formazione teatrale per giovani e adulti sia realizzando e facendo realizzare spettacoli.

    Dal 1993 applica il suo teatro mediatore all’interno del carcere di Torino, per conto della Città e della Direzione dell’istituto. Coordina le attività del laboratorio teatrale interno curandone la direzione artistica, con l’aiuto dei suoi collaboratori, e cura la regia degli spettacoli allestiti.
    Tra il 1995 e il 2000, per conto della Regione Piemonte, ha realizzato un corso biennale di formazione per animatori teatrali e un corso triennale di formazione per animatori professionali. Nel 1994 ha fondato C.A.S.T. che ha prodotto numerosi spettacoli, per la maggior parte inseriti in progetti specifici e circoscritti a particolari collettività di committenti o fruitori; spettacoli sovente non replicabili se non nell’ambito nei quali vengono realizzati; questo, secondo una mentalità che considera inscindibili il prodotto teatrale e il processo di contatti, relazioni, ricerche e preparazione che lo ha generato.

    Nel 2012, insieme ad altri operatori teatrali ha fondato l’Associazione T.S. (Teatro e società) con cui ha proposto in carcere i progetti che hanno portato alla realizzazione di eventi teatrali, in collaborazione con la Cattedra di Sociologia del Diritto del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Universita’ di Torino.
    Recentemente con il Gruppo Abele di Torino ha realizzato tre grandi eventi teatrali dedicati all’incontro tra le culture italiane e straniere che la città di Torino ospita: “La Terra Attraverso il Mare” (2014); “Le Terre Attraverso il Mare” (2015); Le Terre Attraverso il Mare (2016).

  • Viandanti Attori

    Viandanti Attori

    I partecipanti al corso di teatro condotto da Claudio Montagna presso il teatro E.Fernandi di Valperga, nell’ambito del progetto “Belmonte, un Sacro Monte aperto al mondo”, saranno le guide teatrali dello spettacolo itinerante “NOTTURNI AL SACRO MONTE”.

    Viandanti Attori: Tiziana Conti e Franco Tomasi Cont; Maria Grazia Gazzera, Simona Salvetti e Laura Tartaglino; Giulia Galafassi e Ketty Guccione; Fabio Caruso, Sergio Colantonio e Claudio Tonello; Massimo Bodoira, Nicol Celeste, Noemi Celeste e Lia Marano.

  • Teatro e Società

    Teatro e Società

    Teatro e Società è un’associazione di persone che nella loro attività professionale praticano il teatro, considerato più che un modo per fare spettacolo, un modo per parlare, ascoltare, comunicare, capire, crescere. Attraverso il teatro, inteso come un possibile veicolo di relazioni, utile a rievocare, celebrare, decidere, gli artisti di Teatro e Società creano o fanno creare spettacoli sotto varie forme: conferenze spettacolo, rassegne, performances celebrative, didattiche e ricreative, laboratori per la scuola dell’obbligo e superiore, attività riabilitative e sociali, visite guidate, feste e allestimenti per scopi turistici o promozionali, in forme ogni volta diverse e nuove, esclusivamente progettate sulla base delle richieste dei committenti e delle caratteristiche dei destinatari. Teatro e Società aderisce al progetto “CorTo-CircuiTo” della Fondazione LIVE-Piemonte dal Vivo, Circuito regionale dello spettacolo.

    Coordinatore e animatore: Franco Carapelle

    Attori:
    Elisabetta Baro è attrice, animatrice teatrale e formatrice. Dal 2003 al 2011 ha fatto parte della compagnia teatrale C.A.S.T. (Consulenza Animazione Spettacoli Teatrali) di Claudio Montagna. Nel 2012 ha fondato con alcuni soci di C.A.S.T. l’Associazione culturale e compagnia teatrale Teatro e Società. Si forma alla scuola di Claudio Montagna e dal 1997 si occupa di progetti teatrali di vario genere: multivisioni, spettacoli teatrali nelle scuole, laboratori di animazione teatrale per ragazzi, giovani e adulti, visite guidate teatrali nei musei e nei borghi, teatro in carcere e teatro per la valorizzazione di territori periferici.

    Chiara Bosco, Davide Simonetti.

  • Il Teatro del Noi

    Il Teatro del Noi

    Il Teatro del Noi cerca di porre al centro dell’attenzione aspetti e problematiche del tempo e dei luoghi in cui vivono attori e spettatori, temi attorno ai quali si costruisce lo spettacolo, che proprio per questa sua natura, particolare e circoscritta, necessita di essere allestito ad hoc. In altre parole, il Teatro del Noi è il teatro dell’utile che diviene bello, per poter veicolare i propri messaggi nel miglior modo possibile. Il Teatro del Noi è nato nell’ambito del laboratorio teatrale condotto da Claudio Montagna presso il Gruppo Abele di Torino.

    Attori: Luca Scaglia, Marco Beraud, Laura Covato, Patrizia Lucchini, Gisella Porro, Clemente Rebora

  • Vilma Giaudrone e Franco Grisolano • pittori

    Vilma Giaudrone e Franco Grisolano • pittori

    Vilma Giaudrone pittrice, in arte Magia, è presidente del Centro culturale artistico Carlin Bergoglio di Cuorgnè. Il cenacolo culturale raggruppa pittori, ceramisti e scultori dal 1994 quando è stato costituito con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la pratica della pittura, della scultura, della grafica e di tutta l'arte visiva attraverso l'allestimento di mostre, dibattiti e rassegne. Il Circolo è intitolato ad un cuorgnatese importante e significativo: Carlin Bergoglio giornalista del secolo scorso,ma anche ottimo pittore.

    "…la pittura di Vilma Giaudrone la possiamo tranquillamente ascrivere alla nostra migliore tradizione figurativa ma non mancano opere in cui vibrano valenze impressionistiche….possiede una valida conoscenza della scala cromatica e delle leggi della prospettiva in una magica sinfonia di luci e tonalità……la sua partecipazione emotiva e il suo amore per tutte le creature dipinte creano una particolare sintesi di coinvolgimento…... possiamo notare quanto siano caldi, struggenti ed accorati i suoi messaggi di pace, di umiltà,di solidarietà e di rispetto della personalità altrui e dell’ambiente……posso tranquillamente affermare che la pittrice Vilma Giaudrone possiede uno stile personale e non si serve di inutili arpelli accademici che, a mio giudizio, avrebbero solo appesantito le leggere e armoniose atmosfere dipinte…....(Critico Antonio Malmo - esperto arte moderna).


    Il Pittore Franco Grisolano (Fragri), caposcuola della pittura su foglia ‘Spiritual Naturalistico’ è nato a Cuorgnè dove vive a lavora, partecipando alle attività del Centro Culturale Artistico Carlin Bergoglio. Le sue opere sono realizzate a olio su foglia perchè "oltre ad essere resistenti hanno differenti dimensioni e quindi posso adattare il soggetto che ritengo più idoneo. Il mio amore per la natura mi ha portato a curare i particolari, i giochi di luce e di colori,come in una visione fotografica di ciò che mi circonda".
    E le foglie, sotto il suo pennello, prendono corpo e sostanza diventando una finestra aperta verso il cielo. 
    "Originale nell’impostazione architettonica, felice nell’impaginazione, rigoroso, fresco e fine nel linguaggio espressivo. Le nature morte, i paesaggi di Franco Grisolano sono opere d’arte che affascinano per la bellezza decorativa, per la squisitezza cromatica, per la ricchezza dei contenuti, per l’armonia compositiva, per la pacatezza e la sicurezza del procedere costruttiva che danno all’opera un’accattivante valore estetico. (Dott.Giuseppe Mugnone - Giornalista e Scrittore)

  • Nuovo Teatro Studio Danza

    Nuovo Teatro Studio Danza

    L’associazione legata al mondo della formazione, dell’educazione e dell’arte, in particolare della danza, è presente ormai da più di 18 anni sul territorio del Canavese. Opera a 360 gradi offrendo diverse opportunità ai propri associati (bambini, adolescenti, giovani e adulti) con l’obiettivo di permettere all’essere umano nella sua totalità (da 0 a 100 anni) di saper cogliere il gusto della vita stando insieme, attraverso il movimento del proprio corpo. La Direzione Artistica e Didattica è affidata ad Angela Vignardi, ideatrice de “La Notte della Danza”. Opera a Caluso, Cuorgnè, Romano C.se.
    Coreografia: Silvia d’Aries

  • Associazione Turistica Pro Loco di Cuorgnè

    Associazione Turistica Pro Loco di Cuorgnè

    L’Associazione Turistica Pro Loco di Cuorgnè, fondata nel 1966, è una della più antiche del Piemonte.
    Nel corso degli anni ha organizzato numerose manifestazione di grande presa sul pubblico: dallo storico Carnevale che negli anni ’80 portava nelle vie cittadine più di 100 carri allegorici, alla tradizionale castagnata, al mercatino dell’usato denominato “Mercà ‘dla Roba Dovrà” che negli anni ha raggiunto gli oltre 200 espositori. Ma naturalmente il nome della Pro Loco e della città di Cuorgnè sono indissolubilmente legati al celebre “Torneo di Maggio alla Corte di Re Arduino”.

  • Matteo Zulian • beatboxer

    Matteo Zulian • beatboxer

    Matteo Zulian in arte Alp King è un performer torinese. Dopo la gavetta decennale nell’hip hop come breaker, rapper e beatboxer trova la sua strada definitiva nel busking. Unisce il rap e il beatbox usando la loop station con effetti elettronici per basso e chitarra. Canta in stile hip hop, reggae e drum & bass.
    Marcello Piras, Gloria Giraudo, Diego Bertin, Luca Buccheri – acrobati

  • Simone Benedetto • scultore

    Simone Benedetto • scultore

    Nasce nel 1985 a Torino, dove vive e lavora. Scultore poliedrico nella scelta di materiali e tecniche, utilizza il figurativo come linguaggio per affrontare tematiche spesso legate al sociale. Le sue opere nascono dal quotidiano, da uno sguardo critico sul presente mostrando contraddizioni e problemi della società moderna e fornendo al fruitore uno spunto di riflessione: non danno risposte, ma suggeriscono domande. Punto forte dell’opera di Simone Benedetto è la continua sperimentazione di materiali, dai più tradizionali ai meno consueti. È proprio attraverso l’uso di diversi materiali - come pietre dure, bronzo, cemento, resine e siliconi - che la ricerca di Simone Benedetto raggiunge in maniera sempre più efficace l’espressione della propria sensibilità.

    OPERE ESPOSTE : “Together Alone” e “You must do it”

  • Centro Danza La Fenice Ballet

    Centro Danza La Fenice Ballet

    Il Centro Danza La Fenice Ballet opera nel Canavese, con sede a Cuorgnè, è in continua evoluzione, attento a cogliere le esigenze degli utenti e le nuove tendenze. Le direttrici artistiche Nicoletta Panu e Filomena Perri, sono le insegnanti di danza classica per tutti i corsi, preparano tutti gli allievi di classica agli Esami dei Gradi e Professionali. Per fare ciò sono in costante aggiornamento, frequentando ogni estate i Corsi per Insegnanti della Royal Academy, seminari organizzati dalla R.A.D. e da altre istituzioni di danza di fama mondiale. Da sempre "la Fenice Ballet" accoglie gli inviti di Associazioni benefiche di chiara fama che operano sul territorio, offrendo la partecipazione degli allievi e il supporto per l’organizzazione di spettacoli per raccogliere fondi o sostenere iniziative umanitarie.
    Coreografia: Gabriella Deidda.

  • Acrobati

    Acrobati

    Performances degli acrobati Gloria Giraudo, Diego Bertin, Luca Buccheri, guidati da Marcello Piras, artista poliedrico - acrobata, cantante solista, ginnasta agonista (4 campionati europei di ginnastica acrobatica, campione regionale FGI 2010 volteggio, specialista in performance acrobatiche a terra e su suoli variabili).

  • Stefano Lupano • falegname

    Stefano Lupano • falegname

    Stefano Lupano nasce a Torino e dopo una laurea di I livello in D.A.M.S., frequenta un corso di specializzazione nella lavorazione del legno a Saluzzo; si trasferisce dunque nel pinerolese, dove svolge l’apprendistato presso l’Atelier Verde di Davorin Strukan (falegnameria e restauro conservativo); in seguito collabora con Moreno Altafin e Piero Giachero creatori di una delle prime linee d’arredo naturale: con loro si approccia a metodologie e pratiche rispettose dell’ambiente, utilizzando legno di provenienza locale e vernici di derivazione vegetale. Negli anni sviluppa competenze nella posa di pavimenti e serramenti, nella realizzazione di arredi su misura e di elementi quali scale e pergolati, nel restauro di mobili e nella fabbricazione di materassi in cotone e lattice naturale. Nel 2011 si trasferisce a Pertusio, dove vive e lavora.

  • Nicoletta Fiorina • cantante e musicista

    Nicoletta Fiorina • cantante e musicista

    Appassionata di vita e quindi di musica e tradizioni è cantante e musicista polistrumentista, suona diversi strumenti musicali che la accompagnano durante gli spettacoli: chitarra, fisarmonica, tamburo a cornice, piccole percussioni, cajon, scacciapensieri, clarinetto, ektar, calimba, carillon del vento, loop station.
    Da tempo si occupa dello studio e della ricerca delle tradizioni musicali popolari: il filo rosso che li unisce è la presenza, l'interpretazione e la musicalità.
    In continua sinergia con diversi artisti, sia nella musica che nel teatro, sperimentando non solo musica etnico-popolare, ma anche jazz, contemporanea e cantautorale.

  • Giovanni Ruffino • musicista

    Giovanni Ruffino • musicista

    Chitarrista autodidatta, suona in diverse formazioni, compone e scrive in italiano e in piemontese. Suona nel trio “Quote Latte”, che propone in italiano il repertorio di Georges Brassens, Nel 2011 esce il cd “Vecchi amici miei”, firmato insieme ai Quote Latte; collabora con Daniela Soave Vighesso, studiosa brassensiana.
    Nel 2012 è co-fondatore del gruppo “Vietraverse”, che si occupa di canzoni tradizionali delle alpi piemontesi, in parallelo nasce “Vietraverse” – Progetto Brassens che gli porta il premio speciale della giuria al “Tremplin Brassens 2012” di Parigi. A fine 2013 pubblica con le Vietraverse il cd “95%Brassens”. Prosegue lo studio della produzione musicale piemontese, che coniuga con la conoscenza diretta della cultura alpina e della lingua dialettale. Lavora alla composizione di nuovi brani inediti insieme al musicista Piero Ponzo ed intraprende la traduzione di Brassens in lingua piemontese. Collabora come contrabbassista in più progetti e in particolare con Davide Di Rosolini.

  • Concerti di Cori

    Concerti di Cori

    Corale Parrochiale di Salassa
    Attiva da circa una decina di anni, la Corale Parrocchiale di Salassa, con la direzione di Domenico Bianchetta, è composta da una ventina di elementi suddivisi nelle quattro sezioni di soprani, contralti (donne), tenori e baritoni (uomini). Il repertorio è quello classico della Liturgia con brani attinti sia dal repertorio polifonico tradizionale (Bach, Haendel, Schubert, ecc, ) che dal repertorio più moderno di derivazione post-conciliare ( Gen Rosso, Gen Verde, Frisina, Macchetta, Sequeri, ecc) La Corale accompagna regolarmente tutte le domeniche la funzione della Santa Messa e della celebrazioni che si susseguono durante l'anno. Ha partecipato, inoltre, a tutte le edizioni della Rassegna delle Corali Parrochiali che si svolge da quattro anni, nel mese di Settembre, a Feletto.

    Coro della Parrocchia di Valperga
    Con variazioni e modifiche nel corso del tempo, la maggior parte dei cantori del Coro presta servizio nella Parrocchia di Valperga animando la Messa delle ore 11. Il "gruppetto storico" trainante canta insieme da oltre vent’anni e ha dato vita a diversi concerti: "L'infinitamente piccolo di Branduardi", "Messa della concordia". Il coro è composto da tre sezioni: soprani, contralti e tenori. In genere i canti sono accompagnati da tastiera e chitarra, a volte anche dal flauto traverso e/o percussioni.

    Corale Polifonica - Club Alpino Italiano – sezione di Cuorgnè
    Nata nel novembre 2013, la Corale Polifonica del C. A. I. di Cuorgnè è attualmente composta da 26 cantori, raggruppati nelle sezioni classiche, con la direzione di Alerino Fornengo. Il repertorio varia da canti a due, tre e quattro voci, canti popolari, di montagna, patriottici, natalizi ed altri ancora. Un gruppo strumentale (chitarre, fisarmonica, armonica a bocca, percussioni, suonati da coristi) accompagna l’esecuzione di alcuni canti.

    Coro Gran Paradiso
    Il Coro Gran Paradiso, oggi diretto da Giovanni Usai, nasce nel 1968 a Pont canavese, per volontà di un gruppo di persone legate al canto e con la voglia di trasmettere questa passione. Al primo maestro (Don Domenico Chiri) si sono alternati maestri che hanno portato il coro a esibirsi in tutto il Canavese e non solo: concorsi in Liguria e partecipazioni per la raccolta fondi pro-terremotati, per arrivare al 1983 con l'esibizione a Montecarlo, alla presenza del Principe Ranieri e della figlia Carolina, e al gemellaggio con il coro Club de Amigos de la Unesco. Il repertorio conta circa 150 brani, dove i canti di montagna e alpini la fanno da padroni, non mancano però brani in lingue straniere e naturalmente in piemontese.

    Coro Voci del Canavese
    Nella primavera del 1996 un gruppo di amici, animati dalla passione per il canto, in particolare per i canti popolari del Canavese, decide di dar vita, con altri amici forti di precedenti esperienze canore, al gruppo “VOCI DEL CANAVESE”. L’intento è quello di perpetuare con nuova vigoria le tradizioni popolari care alle nostre genti: racconti e storie di vita cantate nei campi durante il lavoro e tramandate di padre in figlio, generazione dopo generazione. Il gruppo si è esibito in varie rassegne canore della provincia di Torino, nell’Astigiano e nel Cuneese.

    Coro “ Le Voci della Quinzeina” di Frassinetto
    Il coro " le voci della quinzeina" nasce nell'ottobre del 2015, è un coro misto formato da 12 coriste e 11 coristi, una realtà sbocciata nel piccolo comune di Frassinetto, supportata dall' Amministrazione comunale, dagli Alpini e da tutta la popolazione. Nel 2016 ha partecipato a tre concerti mentre quest'anno attualmente sono sei gli impegni vocali; il repertorio è formato da una decina di canti che toccano vari generi musicali.

Come arrivare a Belmonte

> Autostrada A5 Torino - Aosta: uscita San Giorgio. Seguire indicazioni per Rivarolo, Cuorgnè.

> SS 460 Torino - Ceresole Reale: passando per Leinì raggiunge Rivarolo Canavese e prosegue fino a Cuorgnè. Da qui si prosegue con la SP 42 fino al Santuario di Belmonte.

Notturni teatrali: punti di ritrovo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo