Blog Notturni Teatrali

A piedi, come viandanti sugli antichi sentieri

Il Sacro Monte di Belmonte, con la Riserva Speciale naturalistica istituita nel 1991 su tutta l'area, offre numerosi itinerari per scoprire le caratteristiche geologiche e ambientali, il tesoro archeologico e artistico del Patrimonio Unesco. Numerosi sono i punti di accesso, ciascuno con la sua particolarità; meta è la cima di Belmonte dove il bellissimo Santuario accoglie i numerosi escursionisti e pellegrini giunti al Sacro Monte.


salita piedi2Lo spettacolo itinerante dei Notturni al Sacro Monte si svilupperà sul percorso devozionale, ad anello, che parte dal Santuario di Belmonte e sarà guidato dai “viandanti attori”, protagonisti in ogni tempo dei cammini devozionali, ritornati nelle tre sere al Sacro Monte per invitare al viaggio e alla meditazione. 

La salita al Sacro Monte è prevista in bus da Cuorgnè e da Pertusio ma, per chi lo vorrà, inizierà a valle da Valperga, con partenza alle ore 17.00 e 17.30 le guide naturalistiche dell'Associazione ScopriNatura accompagneranno al Sacro Monte. La partenza è alla frazione Trucchi di Valperga, dove inizia la strada dei tabernacoli (per partecipare è richiesta la prenotazione).

Il percorso naturalistico è alternativo rispetto alla classica strada pedonale dei Tabernacoli e l’escursione inizierà passando nelle vicinanze della zona archeologica di Sant’Apollonia, dove sono stati rinvenuti reperti di un campo d’urne risalenti al periodo del Bronzo Finale- Prima età del Ferro.
cartinaInoltrandosi nel bosco ci si avvicinerà al sentiero delle “Sabbionere”, le formazioni calanchiformi risultato di un lungo e incessante lavorio dell’acqua sul granito di Belmonte.
L’escursione permetterà la risalita delle “Sabbionere”, fiancheggiando il Rio Livesa le cui sorgenti si trovano nel comune di Prascorsano alla base del Sacro Monte.

Con alcuni sali-scendi il percorso nel bosco arriverà al bivio, che salendo, porterà alla zona della vecchia cava di granito rosso, la roccia caratteristica e tipica di Belmonte risalente a oltre 300 milioni di anni fa. Con questa roccia sono state realizzate alcune delle colonne dei portici di via Roma a Torino e il racconto della loro estrazione e del difficoltoso trasporto fanno ancora parte della memoria popolare in zona. 

felce realeLungo il sentiero si potrà osservare una stazione di “Osmunda Regalis”, felce protetta dalla Regione Piemonte che trova sulle collina di Belmonte le condizioni ottimali per poter vivere. Costeggiando ancora alcune sabbionere si conquisterà la sommità del colle passando nei pressi del Sepolcreto dei Frati che hanno vissuto a Belmonte nel passato. Dopo poche decine di metri ecco la meta, il Santuario.

Sul tardi, una volta ritornati dallo spettacolo itinerante, gli escursionisti ritorneranno a piedi a Valperga, illuminando con le pile il percorso che si svilupperà, questa volta, lungo la più nota strada pedonale dei Tabernacoli.


ITINERARI E PERCORSI, TRA DEVOZIONE E NATURA, NELLA RISERVA SPECIALE DEL SACRO MONTE DI BELMONTE
(estratto dal sito www.parks.it)

Percorso devozionale della Via Crucis
l percorso devozionale della Via Crucis consente di visitare la cima del Sacro Monte e di osservare il complesso di tredici cappelle che ospitano gli affreschi e gli statuari raffiguranti i momenti salienti della condanna a morte di Gesù, la Via Crucis, la Crocifissione, la morte e la deposizione. L’itinerario inizia dal Santuario e si sviluppa verso sud-ovest lungo tutta la cresta del monte, attraversando un bosco naturale di querce e castagni, interrotto qua e là da affioramenti di granito rosa di Belmonte.
Al centro del percorso devozionale della Via Crucis si trova un’area attrezzata denominata “Campass”, completa di tavoli, fontana e cestini. Localmente sono presenti altri punti di sosta più appartati che arredano il percorso. Tutta l’area costituisce un importante sito archeologico dove si possono rinvenire i resti degli antichi insediamenti Longobardi.

Strada pedonale normale
Il bellissimo itinerario a piedi parte dalla piazza della Chiesa parrocchiale di Valperga e percorre l’Antica Via pedonale, detta anche Via dei Tabernacoli o Percorso del Pellegrino. Passando sotto un Portico Antico, sale fra le silenziose stradine che portano alla medioevale Chiesa di San Giorgio e al Castello dei Conti di Valperga. Sul percorso si incontra la chiesetta di Sant’Apollonia, dove tra il 1973 e il 1974 fu trovata un’importante necropoli risalente all’Età del ferro. Il percorso è scandito dai Misteri del Rosario, dipinti su 15 Piloni, costruiti fra il 1878 e il 1880, quando fu rintracciata la strada per renderla più agevole e percorribile almeno dai carri più leggeri.
I Piloni furono costruiti da religiosi, parroci e famiglie abbienti che accolsero, con entusiasmo, l’idea del canonico Giuseppe Borrone di Salassa. In vista, ormai, del Santuario, la Cappella della Samaritana, accoglieva i fedeli all’ombra del suo atrio spazioso. Punto di arrivo il piazzale antistante il Santuario di Belmonte.

Percorso CAI 423 da Pertusio
Il percorso CAI 423 costituisce il cammino tradizionale di ascesa al Sacro Monte della comunità di Pertusio (474 m s.l.m.).Il tracciato inizia presso la Frazione Case Piandane e confluisce nella strada pedonale dei Piloni davanti al 2° Pilone del Rosario (680 m s.l.m.). L’intero itinerario è costituito da un sentiero escursionistico ad elevata pendenza che attraversa un bosco ceduo di castagno rado. Dal sentiero, posto interamente sul versante sud del Monte, si gode un’apprezzabile vista panoramica sulla vallata sottostante e sugli abitati dell’alto Canavese.

Percorso CAI 421 da Cuorgnè
Il percorso costituisce il cammino tradizionale di ascesa al Sacro Monte della comunità di Cuorgné e inizia dalla Frazione Santa Lucia, dove è presente una piccola area posteggio arredata con delle panche ed una bacheca informativa. Si prosegue attraversando il rio Livesa lungo un sentiero all’ombra di un bosco ceduo di castagno. Lungo il sentiero si trova un vecchio lavatoio oggi in disuso, un tempo utilizzato dagli abitanti della Frazione.
All’altezza della Frazione Trucchi del Comune di Valperga il percorso è costituito da una strada sterrata che si snoda tra piccoli nuclei abitati, prati e boschi cedui di castagno.

Premiazione del concorso fotografico

Si terrà mercoledì 18 ottobre presso  l'ex Chisa SS. Trinità di Cuorgnè, la premiazione...

Leggi tutto

Uno spettacolo itinerante di arte, rappresentazioni e racconti

Più di cinquanta tra artisti e performers del territorio e altri professionisti invitano a...

Leggi tutto

A piedi, come viandanti sugli antichi sentieri

Il Sacro Monte di Belmonte, con la Riserva Speciale naturalistica istituita nel 1991 su...

Leggi tutto

Progetto Belmonte, Partners

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo